La Libertà dalla Paura

di Dr. Burk Par­sons

libertà dalla paura

Il mon­do è un pos­to peri­coloso, pieno di cose peri­colose e per­sone non affid­abili. Peri­coli, fatiche e insi­die ​​si nascon­dono dietro ogni ango­lo per­ché il male è reale. Come cris­tiani, capi­amo ciò per­ché sap­pi­amo come il pec­ca­to e le sue con­seguen­ze siano entrati nel mon­do.

Molte per­sone non reli­giose o atee non vogliono ammet­tere che il male esista o che gli uomi­ni siano pec­ca­tori. Tut­tavia, quan­do i ter­ror­isti colpis­cono o si ver­i­f­i­cano calamità, sono pron­ti a par­lare di “atti mal­va­gi” o “per­sone mal­vagie”. Non han­no parole pro­prie per spie­gare le mis­erie e le tragedie di questo mon­do; per­tan­to, devono pren­der­le in presti­to dal­la nos­tra visione bib­li­ca del mon­do. Solo la Scrit­tura for­nisce una spie­gazione coer­ente del male, e solo la Paro­la di Dio ci dice per­ché siamo pau­rosi per natu­ra.

Siamo nati con la pau­ra, veni­amo in questo mon­do gri­dan­do per aiu­to. Perfi­no i bam­bi­ni non anco­ra nati avvertono un’in­ten­sa pau­ra quan­do gli abortisti li fan­no a pezzi nei grem­bi delle loro madri, un tem­po sicuri. I bam­bi­ni pic­coli han­no pau­ra del buio e vogliono che la luce not­tur­na li con­soli. Abbi­amo pau­ra non solo delle peg­giori cat­a­strofi che han­no col­pi­to noi e col­oro che ci cir­con­dano, ma abbi­amo anche pau­ra di tutte le tragedie e le dif­fi­coltà rel­a­ti­va­mente minori che potrem­mo sper­i­menta­re.

La pau­ra è un’emozione pri­mor­diale così potente che può provo­care il caos nei nos­tri cuori. La doman­da è: cosa fac­ciamo con le nos­tre pau­re? Ci cro­gi­o­liamo nel fan­go del­la pau­ra, ci com­por­ti­amo come se non aves­si­mo pau­ra, cer­chi­amo di nascon­dere la nos­tra pau­ra o provi­amo ad affrontare le nos­tre pau­re con pura tena­cia? O ci riv­ol­giamo al Sig­nore?

Solo quan­do ci riv­ol­giamo al Sig­nore, Lui ci dice: “Non temere”. Tut­tavia, il Sig­nore ci coman­da di non temere non in modo da pot­er igno­rare le nos­tre pau­re o super­ar­le con la pura forza di volon­tà, ma per­ché ha promes­so: “io sono con te”. Poiché il Sig­nore è con noi, ci ha inseg­na­to a temere Lui solo. Tutte le altre pau­re iniziano a svanire solo quan­do temi­amo il Sig­nore.

La dif­feren­za tra avere pau­ra di Dio e temere Dio sta nel fat­to che siamo uni­ti a Cristo solo per fede e che lo Spir­i­to San­to dimo­ra in noi.  È la dif­feren­za tra la pau­ra di ogni pos­si­bile peri­co­lo e la fidu­cia nel nos­tro Dio sovra­no che non ci lascerà mai né ci abban­don­erà. Lo Spir­i­to San­to, il nos­tro Con­so­la­tore, ci lib­era per non essere più schi­avi del­la pau­ra per­ché siamo sta­ti sal­vati da Colui che ci tiene nel pal­mo del­la Sua mano.

Questo è il moti­vo per cui pos­si­amo cantare con John New­ton, “La grazia che ha inseg­na­to al mio cuore a temere, e la grazia ha alle­vi­a­to le mie pau­re”, e con Mar­tin Lutero, “E sebbene questo mon­do, pieno di demoni, dovrebbe minac­cia­re di annullar­ci, noi non temer­e­mo, per­ché Dio ha volu­to che la Sua ver­ità tri­on­fasse attra­ver­so di noi ”.

Tradot­to da Ivana Di Giro­lamo
Tradot­to da un arti­co­lo in Tabletalk: An Out­reach of Ligo­nier

Arti­co­lo: Free­dom from Fear, di Dr. Burk Par­sons 

Related Posts

Leave a Reply